Ricicliamo!

 

 

Ma lo sapete che le bucce di frutta e verdura, soprattutto se biologiche e meglio ancora se provenienti dal vostro orto possono essere riciclate? Come?

Ecco a voi qualche esempio per la cura del corpo:

-per uno scrub al cento per cento naturale provate a passare sulla pelle dei pezzetti di bucce d’arancia o di melograno,

-per un massaggio esfoliante utilizziamo invece le bucce di banana, basterà cospargere con un po’ di zucchero la parte interna delle bucce e poi strofinarle sulla parte interessata, il risultato sarà una pelle morbida e levigata,

-le scorze delle patate sono invece efficaci nel caso di rossori dovuti a scottature.

Per quanto riguarda la casa invece:

-le bucce dei limoni sono perfette per eliminare il calcare,

-le scorze delle patate sono invece utili per rimuovere le macchie scure dalle posate, semplicemente passandole sugli utensili,

-le bucce delle mele sono invece ottime per ridare splendore alle stoviglie.

Infine possiamo riutilizzare le bucce della frutta per profumare la casa:

-le bucce di mandarini e limoni unite a fiori come ad esempio la lavanda o a spezie tipo la cannella possono essere riutilizzate per la preparazione di colorati pout-pourri con cui profumare casa,

-per profumare invece i cassetti  vi basterà mettere le bucce a pezzettini in piccoli sacchettini di cotone

-infine chi possiede un caminetto può riutilizzare le bucce degli agrumi essiccate per accendere il fuoco: un metodo antico ma anche ecologico e di sicuro effetto.

Infine il nostro consiglio: visto che  alcuni frutti sono disponibili solo in determinati periodi dell’anno, congelate le bucce in modo da averle a disposizione quando vi occorrono.

Commenti